Risorsa1logocontroventogiusto

NEWSLETTER

Risorsa1logocontroventogiusto

Iscriviti ora

Menù

La Cooperativa Sociale CONTROVENTO Onlus nata nel 2015 nell’ambito socio-psico-pedagogico a Catania.

metodo Feuerstein catania

Telefono

 095 0973326 - 095 2283712 

Copyright 2020 © CONTROVENTO All Right Reserved. Sito web realizzato da Flazio Experience 

Indirizzo

Indirizzo

Via San Paolo n 29, Catania

Via Ingegnere n 4, Catania 

Via San Paolo n 29, Catania

Via Ingegnere n 4, Catania 

Metodo Feuerstein

" Se un bambino non riesce ad imparare, insegnagli tu un metodo 
con il quale possa imparare ad imparare" 
(Reuven Feuerstein) 


facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram

Metodo Feuerstein

 

Il concetto di fondo del metodo Feuerstein è la modificabilità cognitiva strutturale, teoria elabora da Reuven Feuerstein  negli anni ’50 del secolo scorso e ancora oggi in continua evoluzione scientifica.

Se l’intelligenza è un’entità plasmabile la cui plasticità si estende ben oltre l’infanzia, l’attività mentale è suscettibile di modificazione e di evoluzione a tutte le età ed in tutte le fasi del suo sviluppo.
 Per cambiamento strutturale Feuerstein intende una modificazione stabile nel tempo della struttura cognitiva.
Prodotto finale è un funzionamento cognitivo autonomo, cioè:
•    Corretto orientamento nello spazio;
•    Controllo ricco e completo del linguaggio;
•    Maturazione di abilità sociali;
•    Capacità di progettare nel futuro.


Obiettivo dell’apprendimento non sono azioni concrete, ma competenze conoscitive, cioè più che l’apprendimento di contenuti, quello di strategie di apprendimento. Scopo delle singole prove non è la soluzione ma la messa a fuoco del processo mentale attraverso il quale si arriva alla soluzione: “come la mia mente ha ragionato? quali strategie ha messo in atto?”
Nel modello di apprendimento proposto da Feuerstein gioca un ruolo essenziale l’esposizione agli stimoli dell’ambiente che già dai primissimi stadi dello sviluppo agiscono sull’organismo producendo cambiamenti. L’efficacia degli stimoli si protrae ben al di là dell’infanzia e influenza l’apprendimento per tutta la durata della vita a patto che vengano assicurati rinnovamenti e variazioni. Feuerstein, oltre a riconoscere l’importanza degli stimoli, individua un’altra modalità di apprendimento più articolata e complessa, caratteristica dell’uomo: il bambino impara non solo perché è esposto agli stimoli dell’ambiente ma anche e soprattutto perché tra lui e l’ambiente si inserisce una figura, un genitore, un educatore, qualcuno che si prende cura di lui e che interviene esplicando una preziosa funzione di mediazione.
Il mediatore è colui che si interpone tra i fattori genetici-biologici e i fattori socio-culturali, modificandoli.
Il mediatore, guidato dall’intenzione, dà tutto il suo patrimonio affettivo, emozionale ed intellettivo, seleziona ed organizza gli stimoli che devono arrivare al bambino, li filtra e li struttura. Attraverso il mediatore il bambino acquisisce una serie di apprendimenti, di comportamenti, di abilità operative; ad esempio, l’organizzazione mentale, il controllo dell’impulsività.

 

L’esperienza di apprendimento mediato è dunque sostanzialmente un’interazione del bambino con l’ambiente, ma perché ciò avvenga occorre che l’interazione presenti precise caratteristiche, tra cui ad esempio:
•    Intenzionalità e reciprocità;
•    Trascendenza;
•    Mediazione del significato;
•    La mancanza di mediazione causa ritardo nell’apprendimento.
•    Il mediatore non deve mai sostituirsi al soggetto né lasciarlo solo, ma fornire gli stimoli necessari.

 

La cooperativa Controvento a Catania applica il metodo Feuerstein per lo sviluppo del potenziale di apprendimento e il potenziamento delle abilità cognitive dell'individuo.

Fissa con noi un appuntamento conoscitivo gratuito.

 

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder